И снова диалоги. Ritorniamo ai dialoghi

image-fdc29dd031ae219f5b4e0732118741aeb55ad60fb30edd8e5634bbdd8525cd0b-V

Lezione tredici. Tredicesima lezione.

Prima parte

Andando al museo.

Questa è una delle gallerie d’arte piu ricche del mondo. Siamo agli Uffizi e possiamo vedere i quadri di Giotto, Boticelli, Leonardo, Michelangelo, Rafaello e altri famosi artisti del Rinascimento. Io guarderei questi capolavori per ore ed ore e penso che sarei capace di parlarne ai visitatori del museo. Mi piacerebbe tanto fare la guida ma ci vorebbero studi speciali e io sono troppo vecchio ormai cosi faccio il custode. Oggi è martedi. La galleria è operta. Di solito chiude al lunedì, a Natale, a Capodanno, a Pasqua, il 1 Maggio e il 15 Agosto-

Seconda parte

Indecisione.

- Esci stamattina Alberto?

- Sì, esco fra poco. Perche?

- Anche Giovanna ha detto che esce. Uscite insieme?

- No. Lei e la mamma vanno a Ponte Vecchio verso mezzogiorno. Vogliono vedere le orefecerie.

- Perche non vai con loro?

- Preferirei andare agli Uffizi o a Santa Croce, o al Duomo. Secondo te, da dove meglio cominciare?

- Sarebbe meglio cominciare dagli Uffizi perché forse non basterà una visita sola.

- Veramente avrai voglia di vedere il Cattedrale il Battistero e il Campanile di Giotto con questo bel sole.

- Ma potreste vederli domani tu e tuo padre mentre andate a trovare il vostro amico Sergio.

- Buona idea!

Come si arriva al museo.

- Allora, oggi vado agli Uffizi. Vieni con me?

- Ci verrei volentieri maho troppom lavoro. Se tuo padre è libero, perché non vai con lui?

- No, ha mal di testa e vorrebbe dormire. Vado da solo. Potresti dirmi come ci arrivo?

- Quando esci atraversi la strada e prendi l’autobus qui davanti il numero dodici ma non prendere quello sbarrato.

- Dove devo scendere?

- Scendi alla seconda fermata di via Verdi.

- Bene. E poi?

- Non attraversare la strada gira subito a destra e prosegui dritto alla terza traversa gira sinistra e continua per cento metri circa. Il palazzo degli Uffizi è nel ultimo isolato prima del lungarno.

- Grazie Marino. Penso che avro finto per l’una. Ti aspetto sotto il tuo ufficio.

- A quel’ora sarà già uscito. Vieni alla mezza se puoi.

Sul’autobus sbagliato.

- Scusi, quest’autobus porta in via Verdi?

- Certo certo salga in fretta.

- Grazie ma come pieno.

- Avanti avanti signori, c’è posto.

- Scusi, potrebbe dirmi quando arriviamo alla seconda fermata di via Verdi.

- Ma devi andare nella direzione opposta.

- Quella signora ha detto che…

- Non stia li mezzo adesso va davanti e scenda alla prima fermata.

Alberto chiede di nuovo indicazioni.

- Via Verdi e poi? Sarà meglio chiedere di nuovo.

- Scusi, per andare agli Uffizi.

- Giri a destra qui al angoloe prenda Borgo dei grecialla terza traversa giri a sinistra e prosegua pe cento metri.

- Grazie, è molto gentile. Ch’è chaus oggi. Prima salgo sul autobus sbagliato poi dimentico la strada.

- Scusi signore, sa dirmi dove sono gli Uffizi.

- Credo proprio di sì. Ci sto andando. Vuol venire con me.

- Ma come gentile. Mi basta sapere.

- Prego, prego. Per me è più facile accompagniarla. Va bene per Lei?

- Bheee, sì va bene, grazie.

- E se d’accordo sgnorina, potremmo visitare la galeria insieme.

Terza parte

Qualcosa di diverso.

- Non so cosa fare oggi. I miei genitori escono per conto loro.

- Vieni con noi e porta anche il tuo cugino.

- Se per voi non è una complicazione…

- Nooo, certo. C’è posto per tutti in macchina.

- Quale il vostro programma?

- Avremmo intenzione di visitare due paesi qui vicino.

- Che bello. Sono proprio stuffa di vedere i musei.

- E piu tardi vorremmo andare al teatro al aperto.

Il vigile.

- Avrei bisognio di un’informazione.

- Dica pure.

- E questa la strada che porta a piazzale Michelangelo?

- No. Torni indietro al incroccio e prenda la strada alla sua destra.

- E poi?

- Sempre dritto. Segua indicazioni stradali.

- Posso girare la macchina qui?

- Sì, ma faccia attenzione al semaforo.

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.