La grotta di Lascaux / Пещера Ласко

grotta-lescaux-2015Alla fine dell’ultima glaciazione, la Francia sud occidentale e la Spagna del nord, risparmiate dai ghiacci che coprivano gran parte dell’Europa, costituirono un’oasi climatica favorevole al pieno sviluppo dell’arte rupestre. Tra le numerose grotte che in questa regione ospitano al proprio interno pitture e graffiti, quella di Lascaux, scoperta nel 1940 da quatro ragazzi, è la piu celebre e grandiosa.

Henry Breuil fu il primo archeologo a visitarla e a studiarla. Impressionato dal numero e dalla dimensioni spesso colossali delle pitture che ne affollano volte a pareti, coniò la fortunata definizione di “Cappella Sistina della Preistoria” con cui la grotta è universalmente conosciuta.

La grotta ha una forma allungata, con slarghi, restringimenti e due diramazioni. Si entra dalla Sala dei tori, cosiddetta per la raffigurazione sulle pareti di alcuni grandi tori selvatici, lungo ciascuno 4-5 metri. Sul fondo si aprono due gallerie: a sinistra, il Diverticolo assiale ospita una teoria di cervi, stambecchi, cavalli e bovidi; a destra, il Passaggio conduce a una seconda biforcazione. Qui, a destra, si apre la cosiddetta Abside, una nichia profonda circa 5 m, sulle cui pareti si sovrappongono centinaia di figure dipinte o grafite.  Oltre l’Abside, la grotta si restringe fino a trasformarsi in un cunicolo che scende a precipizio per 5 metri:  è il cosiddetto Pozzo, al quale si accede con una fune o una scala. Dal Passaggio si raggiungono anche la Navata e poi la Sala ei felini, dove le raffigurazioni di felini selvatici ricoprono, insieme a quelle di cavalli, bisonti, orsi e rinoceronti, 250 m2 di pareti.

Lascaux2 Nel pozzo si trova la scena più enigmatica dell’intera grotta, che è anche l’unica con una raffigurazione umana. Un bisonte ferito da un’asta, e che perde le viscere, sembra attaccare un uomo a terra, con le braccia spalancate e uno strano capo a formato di u uccello. Ai suoi piedi giace un’asta sormontata da un ucello con la testa simile a quella dell’uomo.

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.